Fatturazione elettronica e B2B

Con la Finanziaria del 2008 si è iniziato a sentir parlare di Fatturazione Elettronica, tale quadro normativo impone che ogni fattura relativa ai rapporti commerciali con la PA debba essere emessa, trasmessa, ricevuta e conservata in formato elettronico attraverso il Sistema di Interscambio (di seguito SDI), istituito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze e gestito da Sogei S.p.A. (come stabilito dal Decreto del 7 Marzo 2008), che espleta il ruolo operativo di “snodo” per il transito dei flussi di documenti contabili tra fornitori (operatori economici) e le Pubbliche Amministrazioni e permette attività di monitoraggio e controllo delle finanze pubbliche.

Le principali tappe normative sono state:

La trasmissione delle fatture deve avvenire attraverso l’invio di un file specifico (in formato xml), contenente le indicazioni sul soggetto trasmittente, l’identificativo fiscale, il progressivo di invio e il numero di trasmissione e l’amministrazione destinataria (identificata con un apposito codice IPA).
Il nuovo regolamento sulla fatturazione elettronica PA prevede l’apposizione del riferimento temporale e della firma digitale del soggetto emittente al fine di garantire alla fattura integrità, attestazione della data ed autenticità dell’origine.
Il file FatturaPA generato, dopo l’apposizione della firma digitale e del riferimento temporale, deve essere inviato o tramite PEC o via web direttamente ad un Sistema di Interscambio (SDI) dedicato.

 

Il formato FatturaPA, utilizzato per la formazione e trasmissione delle fatture elettroniche verso le Pubbliche Amministrazioni, è stato adeguato per permettere, a partire dal 1° gennaio 2017, anche la fatturazione elettronica tra privati sempre attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) e secondo un unico tracciato XML come previsto dal D.Lgs. n. 127/2015.
La Fattura B2B ha le medesime caratteristiche tecniche della FatturaPA.

 

 

INCENTIVI E SEMPLIFICAZIONI PER IL CONTRIBUENTE CHE ESERCITA L’OPZIONE

L’articolo 1 comma 3 del D.Lgs n. 127/2005 concede la facoltà per il contribuente – relativamente al periodo di imposta 2017 e per i quattro anni successivi – di esercitare l’opzione per la trasmissione telematica dei dati di tutte le fatture (emesse e ricevute), anche mediante la fatturazione elettronica B2B tramite Sistema di Interscambio (SDI).

Elenchiamo, di seguito, i vantaggi a favore del contribuente che opziona la fatturazione elettronica B2B tramite il Sistema di Interscambio:

 

 

L’art. 4 del D.Lgs. 127/2015 stabilisce, altresì, un’ulteriore riduzione degli adempimenti amministrativi e contabili, ma solo per determinate categorie di soggetti, individuate dal Decreto MEF del 4 agosto 2016, quali:

 

 

IL SERVIZIO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA NAMIRIAL SEMPRE PIÙ COMPLETO

Namirial S.p.A. svolge il ruolo di Intermediario, ovvero colui che invia o riceve i file Fattura Elettronica per conto dei soggetti passivi di Iva.
Parimenti al processo FatturaPA, anche per la fatturazione elettronica tra privati sarà possibile usufruire dei servizi di intermediazione da parte di soggetto terzi Intermediari.

I soggetti passivi di iva che intendono fruire della fatturazione B2B devono:

 

 

Il Servizio Fatturazione elettronica Namirial S.p.A. permette di:

 

Una volta compilata/caricata la fattura elettronica, Namirial in qualità di intermediario si preoccuperà di:

È un servizio semplice, rapido, completo e conforme alla normativa di riferimento.

FATTURAZIONEELETTRONICA.EU

Privacy Policy - Cookie Policy - Contatta DPO - Copyright - Contatti - Mappa sito

NAMIRIAL S.p.A

Sede legale 60019 Senigallia (AN), Via Caduti sul Lavoro n. 4 - P.IVA IT02046570426 - C.F. e iscriz. al Reg. Impr. Ancona N. 02046570426 - REA N. AN157295 - Codice destinatario T04ZHR3 - Capitale sociale € 6.500.000,00 i.v. - © Namirial S.p.A.